Magnetoterapia: Indicazioni


Magnetoterapia: Indicazioni

Viene utilizzata per le sue proprietà antinfiammatorie e di accelerazione trofica. Se volessimo usare il magnete, occorre ricordare che il polo sud ha l’effetto elettrico positivo e il nord negativo.

I dispositivi per magnetoterapia hanno la possibilità di modulare la frequenza generando una mobilità degli ioni nella zona trattata favorendo l’accelerazione dei processi metabolici.

La patologia per cui viene maggiormente usata la magnetoterapia è l’osteoporosi, in quanto riesce a rallentare la perdita di calcio e a rigenerare il tessuto osseo.

Tra le patologie che possiamo trattare con questa tecnica ci sono: artrosi al ginocchio, anca, lombare, sciatalgia, spondilite, atrofia di sudeck, tendinite, tendinosi, contusioni, contratture, osteoporosi e processi in cui è presente un ritardo della calcificazione ossea, ritardi della cicatrizzazione, bruciature, asma bronchiale, miglioramento del trofismo locale, piede diabetico, fibromialgia, sindrome del tunnel carpale,lombalgia, dorsalgia.

 

LE CONTROINDICAZIONI

 

Leggere attentamente il manuale del macchinario; le situazioni per cui sono assulatemente valide le controindicazioni sono: Non usare con pazienti che utilizzano pacemaker, non usare in gravidanza, non usare se sono presenti patologie tumorali, non attraversare la zona del cuore col campo magnetico.

 

Magnetoterapia Fisica

 

La magnetoterapia rientra nella categoria dell’elettroterapia ma a differenza dell’elettrostimolazione, che grazie a impulsi elettrici genera una stimolazione motoria, questa utilizza la composizione magnetica come componente predominante. La forza magnetica agisce sugli ioni presenti nel nostro corpo cambiandone il movimento e generando movimento.

Gli effetti in grado di produrre sono di varia natura: recupero di tessuti ossei con fratture o osteoporosi, effetto rilassante sulla muscolatura, effetto antidolorifico, moderato ma efficace.

 

Magnetoterapia Utilizzo per l'artrosi

 

I primi sintomi dell’artrosi sono i dolori alle articolazioni che vanno a diminuire la mobilità degli altri riducendone l massa muscolare. Questa riduzione riduce la capacità della muscolatura di ammortizzare gli impatti e provoca una maggiore sofferenza alle articolazioni durante i movimenti. Si genera un circolo vizioso che sembra irimediabile; il trattamento con la magnetoterapia invece punta alla riduzione del dolore e a ritardare il processo degenerativo dovuto a questa patologia.

Ovviamente la terapia va accompagnata da esercizi mirati per l’aumento della muscolatura nelle zone toccate dalla patologia.

 

Magnetoterapia e il trattamento per l'epicondilite

 

È una patologia che prevede un’infiammazione del tendine d’origine dei muscoli estensori della mano. Si presenta con dolore, anche in condizioni di riposo.

Il trattamento di fisioterapia prevede: magnetoterapia a bassa frequenza, che servirà a rilassare il muscolo, migliora la microcircolazione e accelera il trofismo muscolare; ultrasuoni; tens analgesico; crioterapia;stiramenti; massaggio; radarterapia.

 

Magnetoterapia ed il trattamento di fratture

 

L’uso della magnetoterapia è molto utile nel trattamento delle fratture per varie ragioni: non ha controindicazioni, riesce a raggiungere profondità che altre tecniche non raggiungono, è un trattamento economico e semplice da utilizzare, dopo qualche sessione i risultati sono oggettivi.

 

Magnetoterapia ed il trattamento del tunnel carpale

 

Gli effetti che questa tecnica può produrre nel trattamento della sindrome del tunnel carpale sono differenti: diminuzione dell’infiammazione, grazie alla vasodilatazione, diminuzione del dolore, la diminuzione dell’infiammazione provoca una riduzione della pressione sopportata dal nervo mediano.

 

Magnetoterapia ed il trattamento della Pubalgia e zona lombare

 

La magnetoterapia a bassa frequenza è molto utile per questa patologia in quanto capace di rilassare i muscoli diminuendo la possibilità di rottura nella zona.

Per trattare la zona della schiena, posizionare la fascia con all’interno i solenoidi con la parte di color verde verso la zona lombare. BIsogna stare attenti che la fascia aderisca completamente con la pelle.

 

Leggi anche Magnetoterapia cos'è

Altri articoli nella categoria: Magnetoterapia

Commenti