LUCE PULSATA: una tecnica all'avanguardia nel trattamento dei peli suparflui.


LUCE PULSATA: una tecnica all'avanguardia nel trattamento dei peli suparflui.

Cos'è la Luce Pulsata

La Luce pulsata intensa (IPL), è un trattamento non invasivo che utilizza impulsi di luce ad alta intensità al fine di migliorare l'aspetto della pelle soggetta a svariati inestetismi, quali:

  • Lesioni vascolari tra cui: macchie caffelatte della pelle, ragno angiomi, guance rosee,vene del viso rotte, rosacea e filo rosso delle vene delle gambe.

  • Segni dell'età e lentiggini

  • Linee del viso e rughe

  • Rimozione di peli scuri

  • Cura dell'acne e smagliature

Il sistema IPL (Intense Pulsed Light) lavora sugli stessi principi dell'energia luminosa del laser, la luce viene assorbita all'interno di cellule di un determinato colore (cromofori) presenti nella pelle. L'energia luminosa viene trasformata in energia termica, la quale provoca danni esclusivamente ad una specifica area bersaglio. Il sistema a luce pulsata è differente dal laser, poichè offre svariate e differenti lunghezze d'onda (o colori) in ogni impulso di luce. La maggior parte dei sistemi IPL usa filtri per affinare la produzione di energia nel trattamento di alcune aree, al fine di aumentare la penetrazione senza eccessivi livelli di energia e consentire il targeting di cromofori specifici.

La terapia a luce pulsata è definita una tecnica di resurfacing non ablativo, questo significa che l' obiettivo è lo strato inferiore della pelle (detto derma), senza che l'energia vada ad alterare gli strati superiori della pelle (epidermide). Questa tecnica, al contrario del resurfacing ablativo, non risulta aggressiva.Nel resurfacing ablativo invece, sia il derma che l'epidermide sono feriti producendo un evidente arrossamento.

Un altro vantaggio della terapia IPL è il suo tempo di inattività minimo, un paziente potrebbe di fatto effettuare il trattamento durante la pausa pranzo e riprenderel'attività lavorativa subito dopo.

 

Come funziona l'epilazione a Luce Pulsata

L'obiettivo dell'epilazione a luce pulsata è quello di abbattere e distruggere la melanina contenuta nei peli, questo causa danni termici e meccanici esclusivamnete al follicolo pilifero lasciando intatti i tessuti circostanti.

Qualsiasi zona del vostro corpo è adatta all'utilizzo di questa tecnica ad eccezione della zona perioculare e dei genitali.

La lunghezza ideale del pelo da trattare è di circa 0.5 millimetri, questo perché il pelo stesso possa fare da filo conduttore all’energia per raggiungere la radice e distruggerla. Un pelo troppo lungo si brucerebbe ancor prima dell'arrivo dell'energia alla cellula germinativa. Al contrario,un pelo completamente rasato non verrebbe trattato correttamentepoichè l’energia incontrerebbe soltanto la pelle.

Qualche giorno prima del trattamento sarebbe opportuno e consigliabile radersi con il rasoio al fine di riuscire a determinare il tempo di ricrescita ed avere la certezza che la maggior parte dei peli non sia stata strappata come accade con altri metodi.

L'epilazione a Luce Pulsata è un trattamento piuttosto veloce. Ad esempio per una zona limitata come le ascelle sono necessari soltanto dai 5 ai 10 minuti di trattamento. Il trattamento è indolore. La persona che si sottopone alla fotoepilazione avvertirà soltanto un lieve calore a cui si potrebbe aggiungere la sensazione di una lieve scossa.

Nei giorni successivi al trattamento,ed in particolare nelle 48 ore successive alla fotoepilazione, si deve aver cura di non esporsi direttamente al sole, evitare di fare lampade solari e anche le saune sono da evitare. Questo perchè la pelle ha subito un trattamento termico ed è perciò più delicata e fotosensibile. Va quindi protetta con una qualsiasi crema che contenga filtri protettivi e, nell’immediato, vanno evitati deodoranti contenenti alcool.

 

Efficacia dell'epilazione a Luce Pulsata

Con l' epilazione a Luce Pulsata i peli non vengono rimossi per sempre. Essi saranno in ricrescita dopo il trattamento e ognuno ha differenti ritmi di crescita. I peli trattati, se sono in fase di crescita, cadranno in un arco di tempo che andrà da 1 a 10 giorni dopo il trattamento. In media si parla di una riduzione del 70% -80% nella ricrescita nel corso di 4-6 trattamenti. Quindi non è mai corretto parlare di depilazione definitiva ma di una depilazione duratura nel tempo a cui fanno seguito alcune sedute di mantenimento. Questo è dato dal fatto che nessuno potrà mai debellare un pelo che ancora non si è formato e, poiché le nostre cellule germinative sono in continuo sviluppo, possiamo trattare solo quelle già esistenti. Le altre andranno debellate nel tempo, facendo un mantenimento per eliminare i nuovi bulbi piliferi inesistenti durante i trattamenti precedenti. La seduta di mantenimento va eseguita ogni sei o dodici mesi. Non si può generalizzare dando un numero di sedute massime poiché le risposte ai trattamenti sono soggettive, questo in base anche alle valutazioni patologiche di ciascun individuo, ma si può sicuramente affermare che i risultati sono visibili sin dalle prime sedute.

 

Il ciclo di crescita del pelo

 

Il pelo passa attraverso un periodo di crescita cui segue uno di riposo. Trattasi di ciclo pilare, che si divide in tre fasi:

  • fase ANAGEN (crescita):il nuovo pelo è generato dal follicolo radicato nel derma e diventa molto attivo (sintesi di melanina e cheratina). Ed è ESCLUSIVAMENTE in questa fase di vita del pelo che la tecnica IPL ottiene i suoi massimi risultati riuscendo a distruggere definitivamenete il bulbo pilifero.
  •   fase CATAGEN (fase di regressione): L’attività di sintesi si ferma. Il bulbo si stacca dalla papilla e rimane collegato tramite un cordone epiteliale formato dalla guaina epiteliale esterna. Questa fase dura circa 2 – 3 settimane.
  •   fase TELOGEN (fase di riposo): nel corso di questa fase non si produce nessun pelo. La sua durata è variabile e dipende da molti fattori (sito anatomico del pelo, fattori esterni ed interni).


Alla fine della fase telogen il pelo viene espulso e avrà inizio una nuova fase anagen.

La durata di un ciclo pilare, la percentuale dei peli in fase anagen e quella dei peli in fase telogen in un dato momento, la densità dei peli, il loro diametro, l'angolo e la profondità di impianto del pelo, e la loro velocità di crescita, sono variabili a seconda dell'area anatomica considerata. Nell'uomo i follicoli non sono sincronizzati, quindi non si potranno mai avere tutti i follicoli di una stessa zona contemporaneamente in fase anagen.

Per questo è necessario ripetere più volte il trattamento di fotoepilazione: per ogni seduta si vanno a colpire i peli che si trovano in quel momento in fase anagen (20-30% dei peli presenti)

 

Il buon candidato per l'epilazione a Luce Pulsata

La regola generale è che il pelo deve essere più scuro rispetto alla pelle circostante, il soggetto ideale dovrebbe essere molto chiaro con i peli molto scuri.

Su soggetti con peli chiari o bianchi o con la pelle molto scura o abbronzata, il trattamento potrebbe non essere efficacie.Nel caso di pelle abbronzata l’energia assorbita dal bulbo pilifero sarà minore poiché sarà la pelle ad assorbire la maggior parte dell’energia erogata. Il risultato potrebbe essere più lento da conseguire. Inoltre si incorre nel rischio di fotosensibilizzare la parte trattata, per questo è preferibile evitare di trattare una pelle abbronzata.

 

 

Effetti collaterali e controindicazioni della Fotoepilazione

 

  • Il trattamento IPL è molto delicato e, se si utilizzano le giuste energie, è privo di effetti secondari. In caso contrario, si possono verificare dei danni termici sulla pelle i quali si risolvono nel giro di qualche ora o giorno a seconda della profondità della scottatura.
  • E’consigliabile non trattare adolescenti i quali non hanno ancora terminato il loro fisiologico sviluppo poiché non si sono ancora normalizzate le proprie funzioni ormonali.
  • E’ preferibile evitare il trattamento durante la gravidanza o l’allattamento anche perché i risultati potrebbero essere compromessi dalle variazioni ormonali tipiche di questi momenti.
  • Laddove vi siano dei problemi ormonali, l’efficacia dei trattamenti è molto lenta e potrebbe addirittura non verificarsi.

Altri articoli nella categoria: News prodotti

Commenti